Le donne della santa Rus’

La seconda domenica dopo Pasqua  vengono ricordate le mirofore, cioè le “portatrici di miro” (in slavo mironosicy), che all’alba di Pasqua si recarono al sepolcro di Gesù per completare le cure funebri con unguenti aromatici. La Chiesa ortodossa russa nel tempo ha scelto questo giorno per la celebrazione delle donne, dando una dimensione cristiana ad…

Coronavirus, morto l’arciprete Ageikin

MOSCA, 22 APRILE – Il rettore della Cattedrale della Teofania in Elokhovo a Mosca, l’arciprete Alexander Ageikin, è deceduto il martedì di Pasqua, 21 aprile 2020, nell’ospedale Lapino di Mosca a causa del Coronavirus. Padre Alexander aveva 48 anni. Nato l’8 giugno 1971 nel distretto di Mosca, padre Alexander si era laureato all’Istituto degli Archivi…

Messaggio pasquale del Metropolita Antonij di Korsun

Messaggio pasquale dell’esarca patriarcale dell’Europa occidentale, il metropolita Antonij di Korsun e dell’Europa occidentale Beneamati nel Signore confratelli arcipastori, venerabili padri, monaci e monache amati da Dio, cari fratelli e sorelle! In questa luminosa notte di Pasqua, mi rivolgo a tutti voi per dire le parole di un saluto eternamente vivente, proveniente dalle profondità dei…

Messaggio pasquale del Patriarca Kirill

Messaggio pasquale di Sua Santità Kirill, Patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ ai membri dell’episcopato, del clero, ai monaci e alle monache, e a tutti i fedeli figli e figlie della Chiesa Ortodossa Russa.   Amati fratelli nell’episcopato, reverendi padri, venerabili monaci e monache, cari fratelli e sorelle! CRISTO E’ RISORTO! Per la…

Omelia del Patriarca Kirill nella IV domenica di Quaresima

Per la particolare importanza delle parole di sua santità il Patriarca Kirill sull’attuale situazione determinata dalla diffusione del virus COVID-19 riportiamo il testo integrale dell’omelia pronunciata dal capo della Chiesa ortodossa russa il 29 marzo 2020 nella Cattedrale di Cristo Salvatore alla fine della Divina liturgia di san Basilio celebrata nella IV domenica di Quaresima….

Dalla quarantena alla Quaresima

No, Dio non ha messo l’Italia in quarantena, l’ha messa in Quaresima.  E’ una convinzione che ho maturato in questi giorni così lunghi e lenti, fatti di relazioni ridotte al minimo, di maestosi silenzi, di lavoro, lettura e preghiera. Quarantena, questa parola prestata alla scienza dalla fede, ci rimanda al numero quaranta, un numero simbolico…

Russia bianca. L’Esilio come tempo di Grazia

(Nell’immagine: “Russia Bianca. L’esodo”. Dmitrij Beljukin. 1992-1994.) La Chiesa russa fa memoria oggi di tutti i nuovi martiri e confessori che patirono la persecuzione e la morte sotto la tirannia bolscevica. A questa moltitudine di martiri e confessori – spesso ignoti al mondo ma non a Dio – mi piace unire quanti dovettero bere l’amaro…

La santa mitezza della Chiesa (Patriarca Tichon)

Il 5 novembre del calendario ecclesiastico (18 novembre secondo il calendario nuovo) la Chiesa ortodossa russa fa memoria dell’elezione al trono patriarcale del santo patriarca Tichon. Si tratta di una delle figure più recenti e più alte della santità russa. Tichon diventa patriarca di Mosca e di tutta la Rus’ dell’inizio della notte della chiesa…

Lo starec Zosima (F. Dostoevskij)

Il vecchio starec Zosima è uno dei personaggi più affascinanti de “I fratelli Karamazov” di F. Dostoevskij. Si tratta di una figura che probabilmente rispecchia in sé tutti i volti di quegli starcy che il romanziere russo aveva incontrato e frequentato nella sua vita, volti che così tanto lo attraevano. E’ probabile che lo sguardo…

Padre Jakov (A. Chekov)

Con questo post cominciamo un viaggio tra le figure di monaci, vescovi, preti e diaconi protagonisti, primari o secondari, di opere della letteratura russa. La prima figura è quella di padre Jakov, un prete di campagna protagonista di un racconto di Anton Cechov . Una storia molto interessante che dovrebbe insegnarci a non giudicare mai un…

Il battesimo del popolo della Rus’ (988)

  Il brano che segue è tratto dalla Cronaca degli anni passati (o Cronaca di Nestore, o Manoscritto Nestoriano) che è la più antica storia della Rus’ in lingua slava che la tradizione attribuisce al monaco Nestore della Lavra delle Grotte di Kiev.  Si tratta di uno stupendo affresco del momento del battesimo di massa del popolo…