Pokrov

14 ottobre / 1 ottobre 2020 – Mercoledì

Protezione (Pokrov) della Madre di Dio

Tropario tono 4

Oggi, o popoli fedeli, festeggiamo luminosamente, / benedetti dalla Tua venuta, o Madre di Dio /e, guardando la tua purissima immagine, con umiltà diciamo: /coprici con il Tuo onorabile Velo, / e libera da ogni male noi / che preghiamo Tuo Figlio, Cristo Dio nostro, // di salvare le nostre anime.

Kondak tono 3

La Vergine oggi è presente in chiesa, / e con le schiere dei santi invisibilmente prega Dio per noi; / gli angeli e i santi vescovi si prostrano, / gli apostoli coi profeti esultano: // per noi la Theotokos prega il Dio eterno.

La festa autunnale della Protezione (Pokrov) della Madre di Dio, così amata in tutta la Rus’, non ebbe origine in questa terra ma a Costantinopoli. Secondo la tradizione, nei giorni dell’assedio (inizio del X secolo), alcune persone che pregavano nel tempio tra cui sant’Andrea il Folle, videro la Madre di Dio che con il suo manto copriva la città e pregava per essa.

E, come spesso accade nella storia, questo avvenimento locale, limitato dalle circostanze del luogo, ha superato se stesso acquisendo proporzioni e significato universali.

Il legame con questi fatti antichi è stato dimenticato ma è rimasta questa immagine della Madre che copre, difende con solo i suoi figli caduti nella sventura.

Pokrov è una festa che ci consente di meditare sulla presenza della Madre di Dio nella nostra vita. Significativamente il Kondak della festa ci ricorda che “la Vergine oggi è presente in chiesa”. L’oggi è l’avverbio di tempo evangelico della Salvezza che indica un avvenimento che è iniziato e continua nel tempo: oggi celebriamo questa presenza della Madre di Dio nella vita della chiesa.

Maria nella chiesa e per la chiesa è Theotókos (madre di Dio); è Aeipárthenos (semprevergine); è al di sopra delle potenze celesti e dei santi; assiste e intercede per la chiesa e l’umanità. Quest’ultimo aspetto è sottolineato nella festa di Pokrov, questa Madre che conosce bene il dolore per averlo sperimentato sulla sua pelle, prega e implora per la chiesa e addirittura la protegge. E noi, suoi figli, chiediamo a gran voce di essere avvolti nel suo manto, chiedendo per noi e per le nostre vite questo segno di protezione che nell’antichità era anche segno di adozione: la nostra protezione è l’adozione a figli che ci viene garantita dal parto verginale della Tuttasanta, la Salvezza che tramite Lei ci raggiunge.

La chiesa è confortata da questa sua presenza perché crede che le preghiere della Madre siano particolarmente efficaci presso il Figlio, appunto perché ne è la madre , più vicina a lui degli angeli, e come tale ne ha particolare franchezza e accesso.

Pokrov celebra la vicinanza della Madre di Dio a ciascuno di noi, vicinanza che è data dalla comune natura umana, dal fatto che attraverso di Lei ci viene la Salvezza di Cristo e che lei nella chiesa continua a intercedere presso di Lui.

La Madre di Dio è proprio come questo suo manto che ci avvolge, una presenza discreta ma potentissima, che è nostra ma che sempre invochiamo. Lo testimoniano le migliaia di chiese che portano il suo nome, le preghiere che le rivolgiamo e l’invocazione che oggi sale al cielo:

coprici con il Tuo onorabile Velo, e libera da ogni male noi che preghiamo Tuo Figlio, Cristo Dio nostro, di salvare le nostre anime”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...