Vincere il male con il bene (Arcivescovo Artemij)

Vladyka Artemij, arcivescovo di Grodno e Volkovysk

Sui disordini sociali che da giorni si stanno verificando in Bielorussia a causa del contestato voto delle presidenziali del 9 agosto è intervenuto con parole ispirate Vladyka Artemij, arcivescovo di Grodno e Volkovysk.

Reverendi padri, cari fratelli e sorelle in Cristo!

Stiamo attraversando un periodo difficile della nostra storia, oscurato dal sangue versato a causa della violenza. Qualcosa che, nella nostra tranquilla e pacifica Bielorussia, non potevamo aspettarci in nessun caso. Eppure è successo.

Ed è accaduto, ovviamente, perché non si può giocare con la Verità, distorcendola e facendola a brandelli per convenienza politica. Perché la Verità è quel valore, quella categoria semantica dietro cui sta Dio! E se la Verità viene messa tra virgolette e se con un leggero movimento della mano si trasforma in menzogna, allora Colui che è il Padre della Verità viene calpestato! Ed entra un altro padre in campo. Il padre della menzogna, che come sappiamo dalla parola di Dio è chiamato Diavolo! E sappiamo anche che lui “era assassino fin da principio” (Gv. 8,44).

Ciò significa che il sangue delle vittime e le gravi sofferenze delle persone di questi giorni sono sulla coscienza di coloro che consapevolmente hanno ucciso o hanno costretto altri ad uccidere la Verità. I nostri sacerdoti, che si sono appellati alle loro coscienze e hanno ricordato loro i comandamenti di Dio, hanno avvertito che chi si considera cristiano ortodosso non può comportarsi in questa maniera. Ma purtroppo sono stati ascoltati per ultimi.

Ora dobbiamo affrontare tutti il difficile percorso del superamento della crisi politica e di purificazione morale. Cosa che non è possibile senza un pentimento sincero e profondo e che tutti noi dobbiamo imparare, per poterci chiedere perdono e perdonare!

E l’esperienza di questi ultimi giorni in cui mogli, madri e sorelle sono scese nelle strade al posto dei mariti, dei figli e dei fratelli picchiati con fiori e sorrisi nel segno della legge spirituale: “non lasciarti vincere dal male, ma vinci il male con il bene” (Rm 12,21). Funziona! L’amore ha riportato la pace e ha fermato la violenza! Non è forse questo un miracolo? Ringrazio di cuore coloro che hanno trovato questa soluzione straordinaria e invoco su di loro la benedizione di Dio!

Credo che l’amore e la pace aiuteranno tutti noi a recuperare la Verità, a ritornare alle nostre anime, alle nostre case e alle nostre famiglie, alle relazioni  tra la società e lo Stato. E la Verità permetterà a tutti noi di ritrovare la fiducia l’uno nell’altro. Soprattutto a coloro che, giurando di servire il popolo bielorusso, lo hanno trattato in modo ingiustificato e crudele in questi giorni. Possano i fiori e i sorrisi delle nostre belle ragazze e donne aiutarvi a guarire dalle tossine del male e dell’aggressività!

Memoria eterna per i caduti e consolazione per le loro famiglie e amici!

Una pronta guarigione per tutti i feriti e libertà per chi ancora la sta aspettando!

Possano essere accertati in modo equo, onesto e trasparente gli episodi di inganno, violenza e crudeltà, affinché venga fatta giustizia e trionfi la Verità!

+Artemij 

Arcivescovo di Grodno e Volkovysk

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...