27 novembre/10 dicembre – San Iakov di Rostov

Tempi duri generano uomini duri e probabilmente la città di Rostov nel medioevo non doveva essere da meno se il principe e i cittadini di Rostov decisero di cacciare il loro vescovo troppo misericordioso.

Iakov, che prima di diventare nel 1385 vescovo di Rostov era stato igumeno del non lontano monastero di Kopyrsk sul fiume Ukhtoma, era uomo mite e saggio e quando un giorno gli portarono un’adultera condannata all’esecuzione il santo vescovo non esitò a comportarsi come  Salvatore (cfr. Giovanni 8,7) e invitò quanti fossero senza peccato a levare la propria mano contro la donna. Nessuno, chiaramente, si fece avanti e il vescovo la invitò a pentirsi e tornare a casa. Il principe, i nobili e i cittadini di Rostov rimasero disgustati dal comportamento del vescovo Iakov e lo cacciarono dalla città. 

Per chi non lo sapesse Rostov sorge sulle rive di un grande lago, il lago Nero, che Iakov, espulso dalla città, si trovò davanti. Il santo vescovo non si scompose, distese il suo mantiya (mantello vescovile) sulle acque del lago Nero e prese a navigare condotto dalla Grazia di Dio fino all’altra riva sotto lo sguardo stupito ed incredulo dei suoi concittadini.

Nobili e gente semplice implorarono il perdono di Iakov e gli chiesero a gran voce di tornare. Il vescovo dispensò loro il perdono ma decise di non fare più ritorno a Rostov e così si stabilì sull’altra riva del lago nero dove preparò la sua cella e costruì la chiesa della Concezione della Madre di Dio, primo nucleo di quello che oggi è il monastero di Spaso-Yakovlevsky dove san Iakov si addormentò il 27 novembre 1392.

Il vescovo Iakov venne canonizzato nel 1549 e per i testi liturgici della sua memoria si prese spunto da quelli di san Bucolo e di san Stefano di Surozh poiché come questi due santi – che si opposero rispettivamente all’eretico Marciano del I secolo e all’imperatore iconoclasta Costantino copronimo –  si dice che Iakov contrastò  l’ eresia iconoclasta di un certo Marciano, un eretico che apparve a Rostov alla fine del XIV secolo. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...